martedì 30 giugno 2015

STRAWBERRY AND CREAM CAKE

La fragola è un frutto estivo, che mette allegria. Oltre che buone, le fragole sono un toccasana per il nostro organismo. Infatti sono ricche di vitamina C,  potassio e sali minerali. 

Eccovi un dolce semplice e leggero farcito e guarnito con le fragole…un modo leggero e gustoso per festeggiare l'inizio della stagione estiva.

STRAWBERRY AND CREAM CAKE
Torta con fragole e panna
Ingredienti per una torta di 20 cm

210 g farina
1 ½ cucchiaino lievito per dolci in polvere
1 bustina vanillina
200 g zucchero
1 pizzico sale
110 g burro
2 uova, temperatura ambiente
100 ml latte

Farcitura
400 g panna zuccherata da montare
2 bustine vanillina
100 g fragole
½ cucchiaio zucchero a velo
½ cucchiaio succo di limone

Una decina di fragole per decorare

In una terrina setacciate la farina, lo zucchero, la vanillina, sale ed il lievito e mettete da parte.

Sciogliete il burro e versatelo in una grande terrina. Fatelo raffreddare. Poi unite le uova, una alla volta, avendo cura di montarle con la frusta elettrica almeno un minuto. Unite,poco alla volta, gli ingredienti secchi a quelli asciutti, alternando con il latte. Terminate con il composto della farina. Amalgamate affinchè tutto gli ingredienti saranno amalgamatigli, ma non mescolate troppo.

Versate l’impasto in una tortiera ed infornate a 175° . Dopo 20 minuti abbassate la temperatura a 150° e continuate la cottura per altri 20-30 minuti o affinche la torta si sarà dorata.

Lasciatela raffreddare per una quindicina di minuti prima di sformare.

Preparate la farcia. Mondate le fragole e tagliate a fette sottili. Versate tutto in una ciotola con lo zucchero a velo e il succo di limone. Mettete da parte.
Montate la panna e a montatura completata, unite la vanillina.

Procedete all'assemblaggio. Tagliate a metà la torta . Distribuite uno strato di panna sulla base. Sistemateci sopra uno stato di fragole e poi coprite con un altro strato di panna. Coprite con l’altra metà della torta e premete leggermente. Guarnite la superficie con la panna rimanente  e decorate con le fragole fresche intere.

Foto di Maria Evans

domenica 14 giugno 2015

BLUEBERRY PANCAKES

I pancakes non possono mancare nella tradizionale colazione Nord Americana. Queste frittelle sono simili alle crepes francesi. È un dolce che viene presentato in vari modi, ma in tutte le varianti non possono mancare lo sciroppo d’acero o la panna!
Sono una delizia e non possono mancare la domenica per colazione :-)


BLUEBERRY PANCAKES

Ingredienti:
230 g farina
½ cucchiaino bicarbonato di sodio
½ cucchiaino lievito per dolci in polvere
2 cucchiai zucchero
2 uova
200 ml latte
40 g burro liquido
100 g mirtilli freschi

Setacciate la farina, il lievito, lo zucchero e mettete da parte.

In una terrina unite il latte e le uova. Con una frusta elettrica, lavorate gli ingredienti per 3 minuti  finché il composto non risulta spumoso. Unite il burro sciolto e mescolate per un altro minuto.

Aggiungete, tutti insieme, gli ingredienti asciutti e mescolate leggermente; l’impasto dovrà essere ancora grumoso. Unite i mirtilli e mescolate appena.

Fate riposare l’impasto per qualche minuto e poi versate a cucchiaiate su una piastra o fondo pentola rovente, leggermente unta.


BUONA DOMENICA!!!!!!!!!!

Foto di Maria Evans


venerdì 15 maggio 2015

PEANUT BUTTER PIE

Oggi vi presento una crostata per gli amanti della “peanut butter”, proprio come i canadesi.  E’ una pasta di arachidi, fresca e leggera,dal sapore delicato.Facile e veloce da realizzare, può essere quel"qualcosa di dolce e fresco"nei primi caldi d’estate. Enjoy!

PEANUT BUTTER PIE
Ingredienti: cm 20
Pasta frolla:
100 g farina di farro
200 g farina integrale OPPURE
300 g farina al posto della farina integrale e di farro
100 g zucchero (semolato o di canna)
scorza grattugiata di 1 limone
1 bustina vanillina
1 uovo + 1 tuorlo
2-3 cucchiai acqua freddissima

Ripieno:
3 tuorli
550 ml latte
75 g zucchero di canna (o semolato)
40 g  fecola di mais
40 g burro
150 g pasta di arachidi cremosa*
1 bustina vanillina

Tagliate il burro con la farina usando due coltelli (potete anche usare il robot da cucina) finchè l’impasto risulterà granuloso. Versate la farina su una spianatoia ed incorporate lo zucchero. Mescolate con le mani e poi fate un pozzetto al centro. Incorporatevi la scorza di limone grattugiata, la vanillina, l’uovo intero ed il tuorlo. Aggiungete l’acqua ed impastate velocemente  per circa 3 minuti. L'impasto deve essere liscio ma non elastico. Formate una palla e fatela risposare in frigorifero 30 minuti, avvolta con la pellicola trasparente.

Poi con il mattarello stendete la pasta in una sfoglia e disponetela in una teglia per crostate, leggermente imburrata.  Rifilate i bordi e rifinite con le dita gli orli. Mette la base in frigo coperta con una pellicola per almeno 15 minuti. Poi infornate e cuocete la base a 170° per una ventina di minuti o affinchè dorata.

Fate raffreddare la base. Preparate il ripieno. In una pentola mescolate i tuorli, il latte, lo zucchero, la fecola. Unite il burro. Mette la fecola e la vanillina  in una ciotola. A fiamma medio-bassa riscaldate (tiepido) il latte e versate un po’ del latte nella fecola mescolando costantemente  sino ad ottenere una crema. Questo processo eviterà grumi nella crema di arachidi. Quando la fecola è diventata cremosa, versatela nel latte e portate la pentola sulla fiamma mescolando costantemente. Quando inizia l’ebollizione, calcolate un minuto e poi togliete dalla fiamma. Amalgamate la pasta d’arachidi mescolando velocemente.

Versate la crema di arachidi  nella base. Coprite la crostata e ponetela nel frigo per almeno 4 ore prima di servire.
A momento di servire potete gustare la crostata con un po’ di panna montata.


* E' consigliabile usare la pasta d'arachidi fatta in casa  (visionate barra menù “Ingredienti produrli e sostituirli” alla homepage) oppure acquistatela presso le catene alimentari di cibi sani.

Foto di Maria Evans

domenica 5 aprile 2015

LEMON SHORTBREAD COOKIES

HAPPY EASTER !!!!!!
 Accompagniamo le festività Pasquali con questi biscotti al limone “shortbread”, cioè dalla pasta particolarmente friabile. Oltre che buonissimi, sono anche molto semplici da realizzare. Enjoy! 


 LEMON SHORTBREAD COOKIES
Ingredienti:
115 g burro
35 g zucchero a velo
190 g farina
2 cucchiai succo di limone
Scorza grattugiata di 1 limone
15 g maizena

Copertura:
200 g cioccolata bianca
10 g burro
40 ml panna liquida

Setacciate la farina , unite il sale e la maizena e, mescolate. Mettete da parte.
Montate il burro a crema. Unite lo zucchero a velo. Aggiungete la scorza di limone grattugiata e mescolate sino ad ottenere una crema. Incorporate il succo del limone. Poi incorporate il composto di farina, poca alla volta. Lavorate poco l'impasto e poi stendetelo dello spessore di 1 cm. *

Tagliate i biscotti dalla forma desiderata e distribuiteli  su una placca da forno leggermente imburrata. Ponete i biscotti  in frigo per circa 15 minuti. Poi infornateli a 160° per 20-25 minuti o affinchè i bordi incominciano a dorarsi. Rimuovete i biscotti e fateli raffreddare su una gratella prima della glassatura. 

Per la copertura, tagliate la cioccolata a scaglie sottili. Sciogliete, a bagnomaria, metà delle scaglie, il burro e la panna liquida sino ad ottenere una crema. Togliete dai fuochi ed incorporate la restante cioccolata.  Mescolate energeticamente sino ad ottenere una crema.

Disponete i biscotti su una gratella e versate la copertura su ogni biscotto. Ponete in frigo per fare rapprendere la copertura. 


*Se non si desidera infornare subito i biscotti, si possono fare due rotoli d'impasto di 4 cm di diametro e congelarli avvolti in una pellicola. Poi al bisogno, scongelateli e tagliate a fette.


Foto di Maria Evans


mercoledì 1 aprile 2015

PEANUT BUTTER AND JAM COOKIES

In Canada piace molto l’abbinamento  del burro d’arachidi con la marmellata di fragole. Provare per credere!!

Questi PEANUT BUTTER AND JAM COOKIES sono  veloci e semplici da realizzare. Sono anche sani, perché  non solo contengono le proteine delle arachidi,  ma hanno anche  le proprietà della’avena. Troppo buoni!!!
Peanut Butter and Jam Cookies
Ingredienti: 30 biscotti circa

175 g arachidi pelate e tostate
130 g fiocchi d’avena
145 g  farina
¼ cucchiaino sale
110 g burro, a temperatura ambiente
160 g zucchero canna
1 uovo grande
1 bustina vanillina
marmellata di fragola

Pre-riscaldare il forno a 180° .

In un robot da cucina tritate finemente le arachidi. Unite i fiocchi d’avena, la farina, la vanillina, il sale e continuate a frullare affinchè otterrete un composto omogeneo. Trasferitelo in una terrina.

Mette nel robot da cucina il burro e lo zucchero e frullate affinchè atterete un composto spumoso e leggero. Continuando a frullare, unite l’uovo. Frullate il tutto sino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Aggiungete metà degli ingredienti asciutti e fate frullare  per amalgamare. Poi aggiungete la quantità restante e frullate finchè il composto risulti ben amalgamato.

Formate delle palline  dal diametro di  circa 3 cm.,  schiacciatele leggermente e disponetele su una placca da forno leggermente unta avendo cura di distanziare biscotti. Con il pollice premete leggermente al centro di ogni biscotto.

Infornate affinchè la base dei biscotti sia dorata, per circa 12-15 minuti.  Sfornate e fate raffreddare su una gratella. Poi procedete a riempire il centro con un cucchiaino di marmellata.


Foto di Maria Evans
Ricetta rivisitata di Katie Lee

domenica 15 febbraio 2015

COCONUT BUNDT CAKE

Il giorno dopo San Valentino, la festa degli innamorati, i single festeggiano San Faustino. La festività ha preso il via dal significato del nome di un martire cristiano, bresciano. “Faustino” infatti deriva dal latino e significa “propizio e favorevole”. Nel contesto specifico,  si augura un momento “proprizio” , per chi ancora non ho ha incontrato l’anima gemella e “favorevole” a trovarla.

Addolciamo la nostra attesa del momento propizio  con un dolce! ......la forza del cocco e la soavità della cioccolata insieme, per saper attendere amando la vita ! 


 COCONUT BUNDT CAKE

Ingredienti:
180 g zucchero
70 g burro fuso
1 uovo intero
180 g farina bianca
1 bustina lievito per dolci in polvere
200 ml latte
170 g cocco grattugiato

Glassa:
250 g cioccolato al latte
100 ml panna liquida
50 g burro

 Setacciate a parte la farina con il lievito e mescolate appena per amalgamarli.

Preriscaldate il forno a 180°. Ungete una teglia per ciambelle da 20-22 cm. Coprite la base con la carta da forno.

In una terrina, lavorate il burro fuso con lo zucchero sino ad ottenere un composto cremoso. Unite l’uovo continuando a mescolare energeticamente. Incorporate gradualmente gli ingredienti setacciati, alternando con il latte e avendo cura di terminare con la farina.
Infine, aggiungete il cocco grattugiato mescolando delicatamente affinché tutti gli ingredienti siano ben amalgamati.   
Se adoperate il robot da cucina è superveloce e super facile. J

Versate l’impasto nella tortiera ed infornate a 180°. Dopo 20 minuti di cottura portate la temperatura a 170° e cuocete per altri 30 minuti circa o fino a quando uno stuzzicadenti ,inserito al centro della torta, risulterà asciutto.

Lasciate intiepidire la torta per 5 minuti, poi rovesciatela su una gratella a raffreddare.

Per la glassa, fate fondere il cioccolato, il burro e la panna a bagnomaria (a fiamma bassissima). Mescolate finché il composto risulti cremoso e liscio. Continuate la cottura, mescolando costantemente per altri 10 minuti per raggiungere una consistenza morbida.

Trasferite la torta su un  piatto di portata e versateci la glassa sulla superficie.

Foto di Maria Evans



martedì 10 febbraio 2015

BANANA BREAD

Sebbene l’aspetto sia quello di una torta, questo dolce viene chiamato Banana “Bread” (= pane)  perché la procedura d’impasto è simile a quella di un muffin.
Parliamo di “sweet breads” ossia “pani dolci”. I  “pani  dolci”  si mangiano a colazione, magari tostati e spalmati con un po’ di burro.

E’ gustosissimo e veloce con un sapore very Canadian  :-) 



BANANA BREAD
Ingredienti:

180 g zucchero di canna
100 ml olio di girasole
2 uova grandi
340 g farina
1 cucchiaino colmo lievito per dolci in polvere
¾ cucchiaino bicarbonato di sodio
1 bustina vanillina
1 cucchiaino cannella in polvere
100 ml buttermilk * (latticello)
300 ml puree di banane mature (3 banane)
100 g noci tritati grossolanamente
1 cucchiaio cannella in polvere
½ cucchiaino di chiodi di garofano in polvere
1 bustina vanillina
1/8 cucchiaino noce moscata
½ cucchiaino sale

Lavorate l’olio di girasole con lo zucchero di canna sino ad ottenere un composto leggero e cremoso. Unite, sempre mescolando, le uova intere.

Setacciate la farina, il bicarbonato di sodio, il lievito in polvere, le varie spezie ed il sale. Aggiungete quest'ultimi ingredienti al composto spumoso alternando con il buttermilk.

In una terrina schiacciate le banane con una forchetta in modo da ottenere una puree. Incorporate  la puree al composto; quindi unite le noci. Amalgamate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.

Versate l'impasto in una teglia per torta rettangolare, leggermente unta, e cuocete in forno a 180° per circa 50 minuti, finchè uno stuzzicadenti, infilato al centro della torta, uscirà asciutto.

Togliete il dolce dal forno e lasciatelo raffreddare nella tortiera per 10 minuti. Poi ponetelo su una griglia a raffreddare.


potete fare il "buttermilk" in casa o sostituirli (visionate barra menù “Ingredienti produrli e sostituirli” alla homepage)


Foto di Maria Evans



giovedì 1 gennaio 2015

CHOCOLATE CRINKLES

HAPPY NEW YEAR !!!!!
Questi biscotti sono molto popolari in Canada durante le feste invernali. Il loro nome deriva da Kirs Kringle che sembra suggerire una provenienza olandese o tedesca. Negli Stai Uniti sono conosciuti come Chocolate Snowflake Cookies, mentre nella tradizione britannica rappresentano dei classici biscotti festivi.

CHOCOLATE CRINKLES

Ingredienti:25 biscotti circa
130 g  zucchero semolato
70 g cacao amaro in polvere
150 g farina
¼ cucchiaino sale
1 cucchiaino colmo di lievito per dolci in polvere
1 bustina vanillina
60 ml olio di girasole
2 uova
zucchero a velo q.b.

In una terrina unite la farina, il sale, il lievito e la vanillina. Mescolate e mettete da parte.

Mescolate insieme il cacao, lo zucchero e l’olio affinchè il composto risulterà omogeneo. Unite, una alla volta, le uova avendo cura di mescolare  per amalgamale nel composto.
Unite il composto degli ingredienti asciutti e mescolate con la frusta elettrica a bassa velocità affinchè questo risulterà omogeneo. Attenzione a non mescolare troppo.

Coprite l’impasto con una pellicola ed mettete in frigo per almeno 4 ore, meglio se 12 ore.
Mettete lo zucchero a velo in un piatto. Poi prendete l’impasto con un cucchiaino e passatelo sulle mani. Formate delle palline dal diametro di circa 3 cm. Fatele rotolare nel piatto con lo zucchero a velo, e poi disponete sulla placca da forno precedentemente unta.

Infornate a 175° per 10 minuti. Poi togliete i crinkles dal forno ed aspettate qualche minuto prima di trasferirli  su una gratella a raffreddare.

HAPPY 2015 !!!!!!!!

Foto di Maria Evans

giovedì 25 dicembre 2014

CHRISTMAS FRUIT CAKE

Tipico dolce natalizio canadese d’origine  britannica, un dolce ricco di frutta secca e candita. Viene bagnato nel rum o brandy per un periodo di tempo prima di servirlo. Questa peculiarità dona al dolce una consistenza morbida con un sottile sapore di rum o brandy e che inoltre permette la lunga conservazione. 
Questo dolce si prepara per grandi celebrazioni come anche sposalizi.

CHRISTMAS FRUIT CAKE

Ingredienti:
150 g uva sultanina
110 g datteri, tritati grossolanamente
220 g mirtilli o frutti di bosco essiccata
100 g prugne denocciolate, tagliate grossolanamente
50 g albicocche secche, tagliate grossolanamente
100 g frutta candita mista
70 g scorzette arance candite
60 g scorzette cedro candite
220 g  ciliege rosse candite, tagliate a metà
80 g mandorle pelate tritate tagliate grossolanamente
60 g noci tagliate grossolanamente
3 cucchiai rum + 175 ml per frutta secca+ per inumidire torta
275 g farina
4 uova
4 cucchiaini allspice in polvere
2 cucchiaini cannella in polvere
¼  cucchiaino noce moscata
1 cucchiaino chiodi di garofano in polvere
2 bustine vanillina
¼ cucchiaino zenzero
1 bustina lievito per dolci in polvere
       ½ cucchiaino bicarbonato di sodio
1 pizzico sale
180 g burro a temperature ambiente
190 g zucchero da canna
½ cucchiaino estratto di mandorla
1 cucchiaino melassa
2 cucchiai colmi marmellata alle fragole
scorza grattugiata di 1 limone
scorza grattugiata due arance
succo di 1 arancio

       Glassa:
120 g burro, temperatura ambiente  
355 g zucchero a velo
1 cucchiaio panna liquida
2 bustine vaniglia  pura

Foderate una tortiera 26cm x 18cm con la carta da forno avendo cura di foderare i lati con bordi alti e mettere due fogli alla base.
In una grande terrina di vetro mescolare tutta la frutta secca e la frutta candita. Versate 175 ml rum e mescolate. Macerate il composto per almeno 24 ore in un posto fresco e buio  per un massimo di due mesi, avendo cura di mescolare occasionalmente. 
In una terrina setacciate la farina, lievito per dolci, bicarbonato di sodio, tutte le spezie ed il sale. Mescolate e mettete da parte. Tirate via 150 g farina per infarinare il composto di frutta secca.In una altra terrina lavorate il burro e lo zucchero da canna insieme, sino ad ottenere un composto liscio. Incorporate l’estratto di mandorle, la marmellata, la melassa e lavorate affinchè il composto risulti spumoso. Incorporate, sempre mescolando, le uova, uno alla volta. Aggiungete 3 cucchiai rum, succo di arancia, la scorza grattugiata di limone ed arancia.
Aggiungete il composto asciutto in una sola volta e mescolate sino a quando l’impasto si è appena amalgamato.Unite la frutta secca, precedentemente infarinata con la farina che avete messo da parte. Mescolate e versate nella tortiera, livellando la superficie.
Sul fondo del forno mettete una teglia piena a metà di acqua. Infornate la torta sul piano centrale a 150° . Dopo 1 ora di cottura coprite la torta con un foglio si carta stagnola leggermente appoggiato sui lati della tortiera ed abbassate la temperature a 140° e continuate la cottura per altri 45-60 minuti o affinchè, inserendo uno spiedino al centro, ne esce pulito ma un po’ appiccicoso. Sfornate e lasciate raffreddare il dolce nella teglia su una gratella. 
Con uno spiedino forate la superficie della torta, attraversando la torta. Togliete il dolce dalla teglia lasciando un foglio di carta da forno alla base. Pennellate con circa 125 ml rum. Avvolgete tutta la torta nella pellicola ermeticamente e poi con la carta stagnola. Mettete in una busta di plastica e mettete in frigo per almeno un mese. (Può essere messa in frigo sino a 3 mesi.) Ripetete la spennellatura di rum una volta alla settimana, affinchè siete pronti per la glassatura prima di Natale.
Un altro metodo per stagionare il dolce nel rhum è il seguente che dà alla torta un sapore di rum  più delicato. Dopo avere tolto la carta da forno avvolgete il dolce con un canovaccio imbevuto di rum. Poi avvolgete il dolce avvolto dal canovaccio con la pellicola e poi con la carta stagnola. Mettete in una busta di plastica e ponete in frigo per almeno un mese.

Trascorso il tempo in frigo procedete alla glassatura.
Con la frusta elettrica montate il burro affinchè spumoso. Incorporante, sempre mescolando, lo zucchero a velo, la panna liquida e la vanillina. Amalgamate bene. Distribuite la glassa sul dolce e decorando solo la superficie.

La torta tiene diverse settimane o può essere congelata.

MERRY CHRISTMAS !!!!!!!!!!
Foto di Maria Evans

venerdì 31 ottobre 2014

CHOCOLATE ORANGE CAKE

La notte del 31 ottobre si festeggia  Halloween. “Halloween” deriva dalla parola medievale britannica, poi contratta in “All Hallows’ Eve”, che significa la vigilia di tutti i santi. È una festa d’origine celtica, nata circa 2,000 anni fa. I Celti credevano che in questo giorno gli spiriti malvagi dei morti tornassero tra i vivi e, per spaventarli,si vestivano da streghe, fantasmi, scheletri, zombi, ecc.

Fu la massiccia immigrazione degli irlandesi e degli scozzesi a portare la tradizione di Halloween in Canada.

Vi offro i colori del Halloween in una torta in cui il dolce sapore del cioccolato si amalgama benissimo con il sapore allegro dell’arancio….HAPPY HALLOWEEN !!!!

CHOCOLATE ORANGE CAKE
Si preparano 3 torte piccole per poi assemblarle e passare alla decorazione.

Ingredienti :
Torta all’arancia  : 2teglie 20 cm
325 g farina
70 g amido di mais
I bustina vanillina
1 cucchiaino  bicarbonato di sodio
1 bustina lievito per dolci
pizzico sale
30 ml latte
175 succo arancia (3 grosse arance)
 2 cucchiai scorza d’arancia grattugiata (5 arance)
50 g burro
220 zucchero canna
5 tuorli
100 olio girasole
4 albumi
Colorante alimentare color arancia (optional)
1 cucchiaio essenza arancio

In una ciotola  setacciate  la farina, l’amido, il  bicarbonato  di sodio , il lievito, il sale , la vanillina.  Mescolate e mettete da parte.
In una grande terrina montate il burro sino ad ottenere una crema. Unite il succo di arancia  e  l’olio.  Amalgamate bene e poi  incorporate i tuorli, una alla volta.  Unite la scorza e l’essenza  d’arancia. Unite gli ingredienti asciutti all’impasto alternandoli  con il latte avendo cura di  terminare con gli ingredienti asciutti. A parte, montate gli albumi a neve ferma ed incorporateli delicatamente  nell’ impasto con una spatola. Mescolare tanto quanto basta per amalgamare tutti gli  ingredienti.
Distribuite l’impasto,  metà per ogni teglia.
Infornate a 180°  e cuocete per 30-40 minuti o affinchè la superficie risulti dorata ed inserendo un stuzzicadenti uscirà asciutto.
Torta al cioccolato : 1 teglia 20 cm
160 g farina
35 g amido di mais
½  cucchiaino bicarbonato di sodio
1 cucchiaio colmo lievito per dolci
Pizzico di sale
60 g cioccolata fondente
70 g cacao amaro in polvere
125 g caffè da moka oppure solubile
60 ml latticello *
74 g burro
120 zucchero da canna
3 uova

In una terrina setacciate la farina, l’amido di mais, il bicarbonato di sodio, il lievito ed il sale. Mescolate e mettete da parte. 
A bagnomaria sciogliete il fondente, ed il cacao nel caffè. Mescolate affinchè il composto sarà liscio e senza grumi. Togliete dalla fiamma ed aggiungete il latticello.  Mescolate con la frusta da cucina sino ad ottenere una crema e lasciate raffreddare.
In un’altra ciotola montate il  burro a crema finchè cremoso. Poi, gradatamente, unite i tuorli, uno alla volta, avendo cura di amalgamare bene con un cucchiaio di legno. Incorporate gli ingredienti asciutti, precedentemente setacciati. Montate gli albumi  a neve ferma e poi incorporateli delicatamente nell’impasto. Non mescolate eccessivamente.
Versate il composto in una tortiera  dal diametro cm 20  ed infornate in forno preriscaldato a 180° per poi abbassare la temperatura a 150° dopo 30 minuti.  Togliete dal forno quando sarà dorata o quando inserendo uno stuzzicadenti ne uscirà asciutto.  Sfornate e mettete il dolce su una gratella a raffreddare.

Copertura all’arancia:
240 g burro, temperatura ambiente
375 g formaggio cremoso
910 g zucchero a velo, setacciato 
1 cucchiaino essenza arancio
Colorante alimentare color arancio  (optional)

Nel frattempo preparate la copertura e la farcia. Montate il burro ed il formaggio cremoso con le fruste elettriche per circa 3-4 minuti. Unite l’essenza d’arancia. Infine incorporate, poco alla volta, lo zucchero a velo, precedentemente setacciato.  Aggiungete il colorante alimentare. Mescolate bene. Coprire con una pellicola e mettete in frigo sino al momento dell’uso.

Per l’assemblaggio: livellate le tre torte alla stessa altezza di 2,5 cm. Adagiate la base della torta all’arancia sul piatto di portata , magari spennellando con acqua e mandarinetto. Distribuite la glassa. Coprite con il disco al cioccolato. Premete leggermente. Spennellate con acqua e mandarinetto e procedete alla copertura con la glassa. Infine coprite con il disco all’arancia. Glassate tutta la superficie della torta. Decorate a piacere.

Servizio fotografico: Maria Evans


domenica 24 agosto 2014

LE SPIAGGE CANADESI (CANADIAN BEACHES)

 Wild Cove Beach, Newfoundalnd   
Photo courtesy by Douglass Sprott  https://www.flickr.com/photos/dugspr/7114584329 
Il Canada non è solo laghi, fiumi e monti ma ospita anche molte spiagge tra le  più uniche e belle del mondo, ognuna con caratteristiche proprie. Questo bellissimo paese possiede più litorali di qualsiasi altro paese del mondo (oltre 2,000 km). Queste sono solo alcune tra le tante spettacolari.

Nell'Ontario due ore da Toronto, ad Owensound,  si trova Sauble Beach sul Lago Huron. Sauble Beach significa “Spiaggia di Sabbia” lunga 11 km lungo le acque chiare del Lago Huron. Si classifica come la seconda  spiaggia di acqua dolce più grande del mondo. E’ anche un paradiso per i pescatori ed offre acque calde per nuotare, fare wind surf, e canottaggio.
Sauble Beach, Ontario         Photo courtesy by Jeremy  https://www.flickr.com/photos/waltz_for_julliette/4106277245 
Sul Lago Ontario troviamo Sandbanks Beach, la cui sabbia soffice e simile alla farina fa da rivale alle sabbie Caribiche. E’ conosciuta anche per le sue bellissime dune di sabbia.
Sandbanks Beach, Ontario   Photo courtesy by Robert Linsdell https://www.flickr.com/photos/boblinsdell/9454689163
Sabbia Bianca invece si trova sulle rive sud del Georgian Bay in Ontario. Wasaga Beach ha 14 km di sabbia bianca ed è la spiaggia di acqua dolce più grande del mondo e le sue dune sono considerate le più belle.
Wasaga Beach, Ontario   Photo courtesy by Judy Baxter https://www.flickr.com/photos/judybaxter/35471583 
Le acque salate più calde dell’intero paese si trovano nella provincia di New Brunswick. Questa provincia ha più di 50 spiagge localizzate lunghe Northumberland Strait. La più conosciuta è
Parlee Beach, sulla costa orientale della provincia, a 20 minuti dalla città di Moncton.
Parlee Beach, New Brunswick       Photo courtesy by Melissa Aussi  https://www.flickr.com/photos/38910733@N07bb  
Una costa incontaminata, con sabbia bianca, acque turchesi e sentieri per camminare. Nella costa Kejimkijik della Nova Scotia si possono scorgere anche delle foche sulla scogliera.
 Kejimkijik, Nova Scotia         Photo courtesy by Barney Moss       https://www.flickr.com/photos/barneymoss/14545228264
A 5 km dalla capitale di Halifax troviamo Martinique Beach, una  spiaggia di sabbia lunga, 5 km, conosciuta anche come santuario degli uccelli, tra cui l’oca canadese. Nonostante sia una spiaggia tranquilla, attira surfers per navigare le sue acque.
Martinique Beach, Nova Scotia      Photo courtesy by Brandon Gould https://www.flickr.com/photos/bmrgould/9793621986
Anche la Nova Scotia ha una costa mozzafiato. Vicino Halifax incontriamo Crystal Crescent che comprende tre spiagge più piccole di sabbia bianca.
Crystal Beach, Nova Scotia   Photo courtesy by Carole Boudreau https://www.flickr.com/photos/caroleboudreau       
Spiagge  incontaminate con panorami mozzafiato nella provincia di Newfoundland.Tra le tante, Sandy Cove Beach.
Sandy Cove Beach           Photo courtesy by Douglas Sprott https://www.flickr.com/photos/dugspr/6987990222 
Le sabbie bianche del Tribune Bay all’Hornby Island sono visibili anche da lontano durante la bassa marea. Le acque riscaldate dal sole raggiungono temperature quasi tropicali durante la stagione estiva. La roccia hoodoo, erosa dalle acque, ha scolpito una scogliera dall’aspetto unico e suggestivo
Tribune Bay, British Columbia             Photo courtesy by Ross Collicutt   https://www.flickr.com/photos/rcthink/6118694041
Una delle spiagge più interessanti della costa occidentale del Canada è Chesterman Beach, a Tofino,  British Columbia, dove si possono esplorare le conche di acqua marina ed osservarne la vita marina durante la bassa marea oppure camminare fino a Frank Island. 
Chesterman Beach, British Columbia Photo courtesy by Ashimell   https://www.flickr.com/photos/83844387@N08/7670434836 
Conosciuta per le sue enormi onde da surf e per il pittoresco paesaggio: Long Beach, a circa un’ora da Nanaimo, B.C.  Il suo nome deriva dal  fatto che la spiaggia sabbiosa si estende per 10 km. E’ una delle spiagge più frequentate dai surfers per le grandi onde dell’Oceano Pacifico che si infrangono sulla spiaggia.
Long Beach, British Columbia        Photo courtesy by Jordan Oram  https://www.flickr.com/photos/maplemusketeer 
Una delle meraviglie del Canada si trova lungo la costa nord orientale del Prince Edward Island, ad un’ora circa da Charlottetown.  Le sabbie  del Singing Sands Beach (conosciuto anche col nome Basin Head Beach)  “cantano”. Quando i bagnanti camminano lungo la spiaggia dalla sabbia di quarzo, si produce un suono ritmico, da cui il nome.
Singing Sands Beach, Prince Edward Island     Photo courtesy by Nicholas Raymondhttp://freestock.ca/americas_g98-pei_beach_scenery__hdr_p1932.html  
Grand Beach, su Lake Winnipeg, è per coloro che amano trascorrere ore nell’acqua. Questa spiaggia ha acque basse e calde che provengono dal Lago Winnipeg. Si trova a solo un ora dalla capitale di Manitoba, Winnipeg. La spiaggia, costituita da silica bianca, presenta dune alte 12 metri.
Grand Beach, Manitoba      Photo courtesy by Jacob Norlund    https://www.flickr.com/photos/50711561@N00    
Bagnandosi  nelle acque di Patricia Lake si gode di una visione panoramica delle Montagne Rocciose nel Jasper National Park nella provincia di Alberta.

Patricia Lake, Alberta           Photo courtesy by Jean Christopher https://www.flickr.com/photos/voyages-jc/8238347897 
Le acque della Manitou Beach sul Little Manitou Lake, nella provincia di Saskatchewan, sono conosciute per la loro alta salinità. Questo attrae molte persone che desiderano assorbire i sali minerali terapeutici concentrati nelle acque salate. La concentrazione del sale è 5 volte maggiore di quelle dell’oceano. E’ teoricamente impossibile annegare in queste acque.
Manitou Beach, Saskatchewan      Photo courtesy by Damien Gabrielson  https://www.flickr.com/photos/gabrielsond
Nei Northwest Territories troviamo le acque del Grosbeak Lake in Wood Buffalo National Park che sono invece 10 volte più salate di quelle dell’oceano. Benchè non sia proprio una spiaggia, le acque di questo lago sono basse per cui guadare nelle acque saline diventa un’esperienza simile  a quelle del Mar Morto.
Grosleak Lake, Northwest Territoires       Photo courtesy by Pris Lepine  https://www.flickr.com/photos/glaaron/  
Nelle Isole della Madeleine, nel Quebec, troviamo spettacolari  promontori della Baia di Plaisance e di  dune di sabbia. Interessante notare che durante la bassa marea le caverne sotto i promontori possono essere esplorate.
Baia di Plaisance, Quebec     Photo courtesy by Olivier Obataille  https://www.flickr.com/photos/obataille

Photo courtesy by Lea Squeaky
 https://www.flickr.com/photos/snowlover62/sets